A Grosseto Palius parlerà di Bullismo in un Convegno dedicato al tema: “Gioventù (virtualmente) bruciata” bullismo e cyberbullismo.

Tipo Notizia: 
Articolo

Sabato 14 gennaio 2017 ore 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Grosseto.

Con il Patroncinio e la collaborazione del Comune di Grosseto Assessorato al sociale, l’Associazione grossetana di volontariato sociale Palius presieduta dalla psicologa clinica Cristiana Carlucci, promuove ed organizza un Convegno sul tema: “Gioventù (virtualmente) bruciata” bullismo e cyberbullismo, che si terrà Sabato 14 gennaio 2017 alle ore 10.30 presso la sala Consiliare del Comune capoluogo, Piazza Dante n. 1.
Questa iniziativa intende sensibilizzare le istituzioni, il mondo della scuola, ma soprattutto la società civile, su un tema che sta diventando sempre più importante e richiede quindi un coinvolgimento ed un’attenzione maggiori.
Il “Cyberbullismo” (ossia "bullismo" online) è il termine che indica atti di bullismo e di molestia effettuati tramite mezzi elettronici come l'e-mail, la messaggistica istantanea, i blog, i telefoni cellulari, i social, i cercapersone e/o i siti web".
Il termine “BULLISMO” è la traduzione italiana dell'inglese “bullying” (prepotenza) ed è utilizzato per designare un insieme di comportamenti in cui qualcuno ripetutamente fa o dice cose per avere potere su un'altra persona o dominarla, come afferma Dan Olweus, pioniere degli studi e degli interventi in questo campo, " Il termine originario "bullying" include sia i comportamenti del "persecutore" che quelli della "vittima" ponendo al centro dell'attenzione la relazione nel suo insieme. Spesso non gli si dà molta importanza perché lo si confonde con i normali conflitti fra coetanei, mentre il bullismo è caratterizzato da alcuni fattori: intenzionalità, intensità e durata, il potere del “bullo”( maggiore potere delle vittima a causa dell’età, delle forza ecc..),mancanza di sostegno ( la vittima si sente isolata e sola), vulnerabilità della vittima; le conseguenze sono il danno all’autostima della vittima che si mantiene nel tempo e induce la persone ad un considerevole disinvestimento dalla scuola oppure alcune vittime diventano a loro volta aggressori. I "bulli" persistenti sono a rischio di problematiche antisociali e devianti, le "vittime" rischiano quadri patologici con sintomatologie anche di tipo depressivo.
A parlarne, in una giornata che si preannuncia intensa e carica di significati, saranno la dott.ssa Mary Petrillo, criminologa, docente presso l’Università Niccolò Cusano, Master Criminologia, Vice Presidente Associazione Con Te Donna Lazio, coordinatrice del Crime Analysts Team, ed il dott. Fabio Calvani, esperto di informatica forense del Crime Analists Team, docente presso Master Criminologia Università Niccolò Cusano.
Il Moderatore: Sergio Rubegni, curerà l’introduzione ai lavori e presenterà il Presidente di Palius Cristiana Carlucci, esperta in psicologia investigativa e forense, che introdurrà il convegno dal punto di vista scientifico.
Dopodichè toccherà ai relatori dott.ssa Mary Petrillo e Dott. Fabio Calvani che tratteggeranno cause e conseguenze dei fenomeni di cui sopra, indicandone i correttivi fondamentali di prevenzione.
Al termine le domande da parte del pubblico a cui risponderanno i relatori.
Il Convegno sarà supportato dalla proiezione di immagini e video.

ALTRE DELLA CATEGORIA

Sabato 14 gennaio 2017 ore 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Grosseto. Con il Patronc...
Tanti auguri dalla Redazione di Vivigrosseto.it di un felice Natale e anno nuovo
Mercoledì 21 dicembre presso la Chiesa del Sacro Cuore in via della Pace a Grosseto, a partire dalle...