L'assemblea sulla geotermia ad Arcidosso

Tipo Notizia: 
Comunicato stampa

ARCIDOSSO. SOS Geotermia ha organizzato nella sala consiliare del Comune di Arcidosso un' Assemblea pubblica per illustrare e commentare i dati molto preoccupanti sulla salute dei residenti nei comuni geotermici dell'Amiata. Sono stati presentati tutti dati provenienti da vari studi della Agenzia Regionale della Sanità toscana, ai quali le amministrazioni uscenti non hanno mai dato molta importanza. "Eppure quegli studi hanno chiaramente escluso che gli eccessi di mortalità registrati in Amiata possano essere attribuiti ai supposti diversi stili di vita o alle precedenti attività minerarie dei lavoratori e, ciò nonostante, gli amministratori uscenti hanno consentito ad ENEL di raddoppiare nei prossimi anni le potenze e le emissioni oggi in essere - spiega il comitato in una nota -
Invece nell'Assemblea si sono registrati tre importanti fatti. Il primo per il numero della partecipazione: la sala stracolma dall'inizio con tante persone in piedi fino al termine dell'Assemblea, con 15 interventi dal pubblico, dopo la presentazione dei dati fatta da SOS Geotermia. Il secondo fatto positivo è dovuto alla qualità degli interventi: tutti i candidati a Sindaco e i rappresentanti delle liste dei vari comuni dell'Amiata, sono intervenuti con proposte concrete, ad eccezione del candidato a Sindaco Marini, impegnato altrove, e dei suoi candidati di lista, tutti assenti in evidente difficoltà.
Ma la sorpresa maggiore è stata sul contenuto degli interventi, che ha convinto SOS Geotermia a decidere di organizzare prossimi incontri simili anche negli altri comuni dell'Amiata.
Infatti tutti gli interventi non hanno approfondito o chiesto chiarimenti sui dati sanitari presentati, come era nell'oggetto dell'Assemblea, ma si sono concentrati sul che fare da subito per fermare le emissioni ENEL oggi in atto, partendo dal fatto che tutti sono già convinti della loro pericolosità e che non ci sono più dubbi sulla necessità di intervenire. In tal senso si sono espressi in particolare i candidati a Sindaco per il Comune di Arcidosso: Bianchini, Camporesi e Franceschelli, ma anche altri candidati a Sindaco e consigliere provenienti da altri comuni Amiatini sia del versante grossetano che senese. L'unica eccezione è stata quella del portavoce locale del PD, Marco Pastorelli, il quale ha sostenuto che le leggi universali della logica, valide in tutto il mondo da Aristotele in poi, non sono valide in Toscana (se A è funzione di B, se B è funzione di C, allora anche A e C sono in relazione: nel nostro caso, se c'è una relazione tra inquinanti ed eccessi di mortalità, se quegli inquinanti vengono emessi anche dalle centrali geotermiche, non si può escludere una concorrenza delle emissioni geotermiche al proliferare di malattie). Invece, secondo Pastorelli, un amministratore non potrebbe applicare con un'Ordinanza il Principio di Precauzione, consentito dalla legge italiana, imponendo una moratoria fintanto che non si dimostri che le tecniche in uso da parte di ENEL sono assolutamente innocue e che l'eccesso di mortalità registrato ha altre cause ambientali. "

ALTRE DELLA CATEGORIA

La personale del fotografo follonichese Walter Garosi racconta di Venezia, “la città sospesa” vista...
Grosseto farà ancora da cornice alla chiusura di Dilettando, la popolare trasmissione di Toscana Tv...
Si avvisano i gentili utenti che, per una riunione operativa del personale, la sede centrale della...

FARMACIA FALCO - GROSSETO -
Elenatura Erboristeria Grosseto