300 bambini per le "Rifiutiadi"

Autore sarafranci

Pubblicato da Sarah Franci

100 Strade per giocare
 
300 bambini per le "Rifiutiadi"
 
Una mattinata dedicata ai più piccoli protagonisti di una vera e propria Olimpiade organizzata con usando proprio i rifiuti: dal Rifiubasket al Tiro al Rifiuto, dal Bowling ecologico al Salto del rifiuto. Un'idea per sensibilizzare grandi e piccoli sulla differenziazione dei rifiuti
Giochi e spuntini per i 300 bambini partecipanti all'iniziativa
 
Successo per la XVI edizione di 100 Strade per giocare, la campagna nazionale di Legambiente nata per il recupero di spazi gioco per i più piccoli, lontani dal traffico e vicini alla natura. Sono stati infatti 300 i bambini accorsi all'appuntamento, organizzato da Legambiente e Coseca, che per l'occasione ha nno dato vita alla prima edizione delle "Rifiutiadi", una sorta di giochi olimpici organizzati usando materiale di riciclo. Presso piazza Parri, accanto alla chiesa Santa Lucia, i bambini si sono divisi in più squadre sfidandosi all'ultimo punto in vari giochi: dal "Tiro al rifiuto" al "Rifiubasket", dal "Bowling ecologico" al "Salto del rifiuto", tutte discipline messe in campo dagli educatori di Legambiente con lo scopo di educare i giovani a una corretta differenziazione dei rifiuti.
Nel corso della mattinata, cominciata alle ore 9 con l'arrivo delle prime classi e conclusasi alle 13, sono intervenuti anche il presidente del Coseca, Saimo Biliotti, l'Assessore alla mobilità del comune di Grosseto, Daniele Capperucci e il Presidente della circoscrizione di Barbanella, Gilberto Capanni.
"Da tempo Coseca sta investendo in informazione, formazione e comunicazione sui rifiuti – spiega Saimo Biliotti, presidente di Coseca spa – e per questo, oltre che sugli adulti, abbiamo deciso di scommettere sui bambini, che rappresentano il nostro futuro. Responsabilizzare i ragazzi al problema dei rifiuti significa iniziare presto un processo di educazione a comportamenti consapevoli e rispettosi dell’ambiente e della natura. Per questo abbiamo iniziato, nelle scuole del capoluogo e della provincia, una serie di incontri con l’obiettivo di riuscire a sensibilizzare bambini e ragazzi sulle tematiche dei rifiuti. Questa prima edizione delle Rifiutiadi, manifestazione nella quale crediamo molto e che speriamo possa proseguire nel tempo, è un’ulteriore occasione per far comprendere quanto sia importante approcciarsi in maniera consapevole a una tematica delicata come quella dei rifiuti. Una modo per far capire, giocando e divertendosi, che i rifiuti, se ben raccolti, possono trasformarsi da problema a fondamentale risorsa”.
Ai 300 bambini che hanno partecipato ai giochi è stato offerto, al termine delle attività, un sano spuntino a base di Latte Maremma ai gusti di fragola, cacao e banana. Inoltre alle classi partecipanti, delle scuole di via De Amicis, via Rovetta e via Uranio, è stato fornito materiale informativo sulla differenziazione dei rifiuti, sulle buone norme in campo ambientale e sulla sana alimentazione. Per informazioni sulla campagna di Legambiente visitare il sito:
 

ALTRE DELLA CATEGORIA

La personale del fotografo follonichese Walter Garosi racconta di Venezia, “la città sospesa” vista...
Grosseto farà ancora da cornice alla chiusura di Dilettando, la popolare trasmissione di Toscana Tv...
Si avvisano i gentili utenti che, per una riunione operativa del personale, la sede centrale della...